Lo sai cosa fa un magazziniere? chiediamo a Mimmo

Ogni giorno lavorare nelle fabbriche, nelle officine, nelle industrie sarebbe più faticoso di quello che è normalmente se non venissero in aiuto dell’essere umano macchine e attrezzature capaci di agevolare compiti faticosi e anche molto rischiosi.

Sono le 6.30 del mattino, nel solito bar ci sono le solite persone con le solite vite di tutti i giorni. Scruti negli sguardi di operai che vanno in fabbrica e fanno la loro prima sosta al bar, la consapevolezza di dover passare una nuova giornata uguale alla precedente. La noia e la ripetizione nel tempo di operazioni uguali può abbassare la guardia e rendere un lavoro ancor più faticoso. Faccio una domanda a Mimmo, che lavora in un magazzino di un centro commerciale e deve iniziare il turno alle 7.00.

Mimmo fa il magazziniere… quanti sanno realmente cosa fa un magazziniere? Certo, ordinano la merce negli scaffali, si occupano di preparare la merce per la logistica, caricare e scaricare prodotti dalla mattina alla sera. Un po l’immagine che danno del lavoro di magazziniere i film con gli scaricatori di merce al porto.

Detta così è troppo generica, e dunque decido di chiedere a Mimmo quale sia la sua mansione e scopro grazie alla sua risposta un mondo che neanche conoscevo. Guardare nel dettaglio ogni cosa, ti fa scoprire che ogni cosa è un mondo a se.

Mimmo mi dice che il lavoro di magazziniere può essere associato a quei film solo in parte, magari una volta. Oggi ognuno ha il suo compito ed ognuno è agevolato da macchinari automatizzati che agevolano il lavoro, qualunque esso sia all’interno di un magazzino.

Lui è assegnato al compito di prendere la merce appena giunta in magazzino e scaricata da enormi container, e trasportarla fino ai vari scaffali dove è affiancato da altri operai che la sistemano. Arrivano ogni giorno migliaia di quintali di merce, tutte accatastate su pallet e bancali e lasciate nell’area di scarico merce da altri operai. Il peso di ogni bancale può superare anche diversi quintali, sarebbe assurdo pensare che un solo uomo possa sollevare e trasportare tali quantità di merce in poco tempo senza farsi male, stancarsi e finendo in tempo per la pausa pranzo.

Mimmo mi dice che per far ciò usa un carrello elevatore. Un carrello elevatore di tipo elettrico, che ha una portata fino a 1000 kg di merce in un unica volta. Sono macchine da sollevamento che costano un occhio della testa mi dice con aria quasi spavalda. Non è che un magazzino merce può essere improvvisato, aggiunge, questo carrello elettrico non è il solo macchinario che utilizziamo per trasportare la merce appena giunta nel deposito fino agli scaffali. Lo utilizza in combinata con un muletto infatti. Avvicina il carrello elevatore al pallet carico di merce, infila le forche del carrello sotto al pallet e se ha un peso inferiore di 1000 kg può trasferirlo manovrando elettricamente il carrello, sul muletto che trasporterà la merce verso gli scaffali.

Mimmo ma come fai a capire quanto pesa la merce su un bancale? E’ proprio quando ho formulato questa domanda che ho capito che ogni operazione lavorativa in un magazzino ha il suomondo da svelare.

Mimmo ha dovuto fare un corso per sollevamento merci, deve conoscere delle cose che senza fare quel corso neanche si è al corrente dell’esistenza. Una serie di normative che servono a mettere in sicurezza il lavoro ed i lavoratori, ma anche a proteggere il carico di merce da eventuali incidenti.

Bisogna saper utilizzare gli accessori per carrelli elevatori come i ganci, per poter legare correttamente la merce bisogna saper fare nodi e legature giuste. Solo conoscendo a fondo queste cose una ditta potrà affidare ad una persona un carrello elettrico elevatore.

tra una chiacchiera ed un altra si sono fatte le 6.30, Mimmo deve salutarmi perchè deve raggiungere il deposito nel quale lavora. Ci salutiamo e mi lascia con una certezza: Ho capito perchè non sono mai stato richiamato quando ho cercato lavoro come magazziniere mulettista… non ne avevo i requisiti! Ci vuole l’arte e l’esperienza anche per movimentare la merce con attrezzi semplici come i carrelli per magazzino. Felice comunque di fare il barman nel mio bar di periferia dove ho la possibilità di ampliare le mie conoscenze semplicemente chiacchierando con i clienti.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *