Le malattie delle piante

Le piante sono esseri viventi e, come tali, respirano, si nutrono, si sviluppano, compiono dei movimenti, si ammalano ed, infine, muoiono.

Le piante, dunque, possono ammalarsi e questo avviene quando sono colpite da agenti patogeni la cui azione si manifesta in diverso modo con dei sintomi ben chiari che ci permettono in un certo modo di diagnosticare la natura del male e poi di curarlo.

Malattia che può essere determinata da parassiti animali o vegetali, da virus e da batteri ma, anche da altra cause. Ad esempio le condizioni di illuminazione, l’eccesso o difetto di annaffiature, glisquilibri di temperatura e così via. Quindi si può parlare, nel primo caso, di malattie parassitarie,
mentre nel secondo di malattie fisiologiche.

E, spesso la malattia assume notevoli proporzioni e non è possibile risanare la situazione. Quindi per evitare questo, è consigliabile adottare delle azioni preventive come irrorazioni accurate a base di prodotti adatti quando giungono particolari condizioni climatiche, favorevoli allo sviluppo di batteri e funghi o come la moltiplicazione di insetti,causa di alcune infezioni.

Vediamo di seguito le malattie di origine fisiologica più comuni.

1. Lacascola: caduta anticipata dei frutti che può verificarsi quando i frutticini sono appena formati e quando la maturazione è prossima. La cascola colpisce anche gemme, foglie e fiori ed è provocata da fattori climatici, da indebolimento, da insufficienti annaffiature e anche da malattie crittogamiche.

2. La clorosi: si manifesta con un ingiallimento progressivo delle foglie, quando c’èmancanza di clorofilla, in seguito ad infezione di tipo parassitario.

3. Eziolamento: è una forma di debolezza temporanea, dovuta da una lunga permanenza della pianta in un locale senza luminosità. Ciò provoca nelle piante una diminuzione della clorofilla e quindi foglie deboli e quasibianche. In conclusione, quando non si ha il cosiddetto pollice verde e le nostre piantemanifestano sintomi di malessere, è bene consigliarsi con un consorzio o con specialisti delsettore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *