Fibonacci e la sua scoperta

Cos’è la serie di Fibonacci?

Fibonacci è stato un matematico italiano vissuto dal 1170 al 1240 circa, ricordato da tutti per la serie di numeri da lui scoperta grazie alla quale riuscì a risolvere un problema molto pratico: quante coppie di conigli si possono ottenere in un anno partendo da una sola coppia di conigli.

 

La scoperta della serie di Fibonacci

Egli ipotizzò che una coppia fertile produce ogni mese un’altra coppia fertile, tranne il primo mese, e questa nuova coppia diventa fertile dal secondo mese e via dicendo. Il risultato fu di 144 coppie di conigli in un anno.

I numeri della serie si ottengono andando a sommare i due precedenti. Quindi partendo dal numero 1 avremo: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144 e via dicendo.
A questa serie di numeri però non fu attribuita nessuna importanza fino al 19° secolo fin quando scoprirono che questa sequenza di numeri potesse essere usata nel calcolo delle probabilità.

 

La serie di Fibonacci in Natura

Questa serie trova molti riscontri in natura e in altre scienze. Il rapporto tra due numeri consecutivi della sequenza è sempre 1,618 tendente a infinito, il cosiddetto coefficiente aureo. Infatti questa sequenza è usata nel campo della probabilità nel settore aureo e nel triangolo aureo. Basti pensare alle galassie, alla forma del nostro DNA, la forma di alcune piante, tutti questi trovano un riscontro con questo coefficiente che genera una forma a spirale.

Questa sequenza viene utilizzata soprattutto nel campo del trading online (altresì chiamato Fibonacci trading), dove professionisti del settore analizzano gli andamenti dei prezzi proprio applicando dei software basati sui numeri di Fibonacci.
È stata anche utilizzata come base di teorie economiche fondamentali come ad esempio le Onde di Elliot.

Fibonacci scoprendo questa sequenza di numeri ha contribuito non solo al calcolo delle probabilità, ma anche a capire l’andamento dell’economia in generale: questo è stato possibile grazie anche all’introduzione dei numeri arabi in Italia e allo sviluppo dell’algebra e della geometria euclidea.
Insomma scopriamo che tutto quello che ci circonda sembra essere frutto di numeri. L’universo stesso sembra essere stato scritto da un matematico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *